IL BAMBINO SORRIDE SEMPRE (il liberale e il sovranista) 4-fine

0
Spread the love

In questa lunga storia a puntate abbiamo inteso dare il nostro contributo per poter cogliere appieno l’essenza del pensiero laico e liberale europeo; quello che sta permeando tutta l’azione della stessa CE.

Sinteticamente potremmo esporlo così:
è consentito a tutti di praticare certe attività eticamente corrette, anche se -per quanto “mi” riguarda (e per quanto riguarda i miei amici che sono in maggioranza nel Parlamento)-, per “mia” (e nostra) singola scelta personale, non le praticherò affatto”.
L’oppressiva autocrazia sovranista -per mezzo dell’obbligo legislativo varato con quel…”voto in più”- vuol far coincidere invece la mia (nostra) convinzione con l’obbligo collettivo.
Non ci pare corretto governare di tal guisa l’Italia che, come si può vedere sempre, è un Paese sostanzialmente diviso a metà per tutto ciò che attiene le regole.
Quando anche la PdC arriverà a condividere questa impostazione di fondo di approccio complessivo ai temi si potrà  dire che la transizione della destra italiana sarà completata.
Fino ad allora noi manterremo la nostra profonda distinzione politica.
Ci vorrà un Fiuggi2 per completare l’evoluzione della destra sovranista?
Lo auspichiamo, a partire proprio dai diritti civili del neonato.
344

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *