Spread the love

Quest’anno potranno entrare legalmente in Italia -per operare quali lavoratori stagionali nel campo agricolo- solo 44.000 cittadini extracomunitari.

Così l’asta della immigrazione legalizzata è fissata a 82.705 (ottantaduemila705) lavoratori.

 

Forse non si pone ancora nelle dovute maniere il riflettore su questi dati, ma anche questo governo non può che prendere atto della realtà: senza migranti la nostra agricoltura muore.

 

Anche perché il numero di ingressi autorizzati rimane ben lontano dalla domanda degli imprenditori agricoli.

Chè avevano avanzato (da soli) la richiesta di ben 100.000 (centomila) entrate.

 

Se il settore agricolo, il solo settore agricolo, non riesce ad avere soddisfatta tutta la propria domanda per… ragioni “politiche”, allora le Organizzazioni sindacali hanno buona ragione per lamentare una assenza nella programmazione: chè sia almeno triennale.

 

È stimato che nelle nostre campagne lavorino non meno di 358.000 maestranze extracomunitarie, provenienti da ben 164 Paesi diversi.

 

Per cui i sovranisti possono ben stare sicuri sul fatto che buona parte -se non tutto- del cibo che ingoiano sia passato tra le dita di un migrante.

 

Ci avevate mai pensato? Male.

339

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *