LA RIFORMA FISCALE TARGATA MELONI (3 fine)

0
Spread the love

 

GLI ITALIANI SONO BRAVA GENTE.

 

Le decine di articoli del dlgs. fiscale andranno in Parlamento (dove sarà curioso capire i “mea culpa” di quanti hanno pure governato il nostro passato senza che nei loro cervelli balenasse l’idea del…”salario minimo”, chi erano Prodi o D’Alema? ndr) e lì -sotto Natale- si vedranno le carte di tutti.

 

Intanto il PdC Giorgia Meloni ha anticipato

-smentendo certi venticelli che vagavano per l’aria- che NON CI SARÀ ALCUNA INCURSIONE DENTRO I NOSTRI CONTI CORRENTI PER OPERA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE.

…E questa è una ottima notizia, anche perché la politica si è RIPRESA in mano il volante che era stato “scippato” ad essa dalla Burocrazia e non lo molla proprio!

 

Saranno precisate le date delle scadenze e per il contribuente si dovrebbe tornare alla normalità: anche perché saranno più stringenti le norme sui concordati preventivi.

 

Speriamo che il Parlamento non imbrogli le carte e che la maggioranza resti coesa.

 

Se succederà così vorrebbe dire che la filosofia del… “mea culpa mea maxima culpa”… fiscale non avrà più alcun senso di essere.

256

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *