MELONI ISTITUZIONALE NON PIACE AI SOVRANISTI

0
Spread the love

Era già tutto previsto.

Soprattutto in vista delle prossime elezioni europee.

Detto fatto.

 

L’immarcescibile Salvini si tuffa come un pesce pure sul caso del generale Vannacci (quello che ha scritto “il mondo al contrario “).

Così il verde Ministro delle Infrastrutture dopo aver scoperto …il Ponte di Messina, a fine agosto riempie -al solito- i social media prendendo le parti di quel graduato-senza-più-incarico per avere la stima dei sovranisti (tipo Gianni Alemanno, sob) che a gran voce ripudiano Giorgia Meloni per il tight istituzionale che, da PdC, la giovane donna è obbligata a indossare.

 

Con il Ministro Crosetto che altrettanto doverosamente sta dalla parte dello Stato Maggiore dell’Esercito e -ne siamo più che certi- del Presidente della Repubblica.

Il generale chiacchierone è stato parcheggiato. Embè?

 

Antonio Tajani, l’altro vicepremier, fa da sponda al leghista affermando che “tutti hanno il diritto di esprimersi”.

Però aggiungendo la giusta postilla che però “bisogna essere prudenti quando si occupano posizioni di grande responsabilità”… Lapalisse dixit.

 

Che ne pensa il premier?

Ci sia consentito un conato nervoso.

“Chissenefrega” ?

 

Lei ha il dovere di occuparsi di altre questioni: ben più serie in vista di un autunno che si prospetta incandescente.

 

Comunque stia tranquillo Vannacci.

Stia tranquillo pure Alemanno.

 

Un posto in lista nella Lega se lo sono già conquistato.

 

Noi siamo allibiti di fronte a cotanta pochezza.

250

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *