Spread the love

Era ora.

Un chiaro segnale da non sottovalutare.
L’Agenzia della riscossione sta spedendo ben 1,9 milioni di multe da 100€ ciascuna.
Destinatario: l’ampio popolo dei cd “no-vax” (con più di 50 anni di età), i quali  tronfi guasconeggiavano per il  Paese non avendo adempiuto a un obbligo (civico ndr) vaccinale.
La Lega, capofila dei guasconi, ha presentato proprio in settimana (cioè fuori tempo massimo) un’emendamento al decreto “rave-party” ; esso voleva ancora congelare fino al 30 giugno le sanzioni.
Ennesima prodezza salviniana: posto che i fatidici 6 mesi per opporre regolare ricorsi sono scaduti.
Prima gli scudieri del Capitano volevano modificare il decreto “Aiuti-ter”, poi l’Aiuti-Quater”, ora il cd “pacchetto fiscale”.
Ma Giorgia Meloni, per non rischiare di farsi tornare indietro le carte dal Quirinale, sapete che ha fatto?
Ha lasciato da solo -con il suo bel fucilino- Salvini nel deserto, a sparare alla sabbia.
Chi è stato sanzionato per non rispetto di regole civiche ora dovrà mettere mano al portafoglio e pagare.
Che tristezza vedere quel popolo dire ora:
“no-vax io? Forse te lo sei sognato”.
Eppure i guasconi non ce li siamo inventati noi.
212

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: