L’INSONNIA DELLA OPPOSIZIONE (1 puntata)

0
Spread the love

È ora che ci si ponga questa domanda: è mai possibile che ben 233 parlamentari si accingano a trascorrere due mesi insonni (da oggi a Natale) per contrastare in ogni modo la manovra di Bilancio che ieri sera il CdM ha approvato?

 

Per trovare mille cavilli, pertugi o altro su cui incentrare il proprio voto contrario?

 

Un voto che dia un senso a 233 buste paga rendendo più aspro lo scontro politico?

 

Perché se tu non argomenti con fantasia, forza di (auto)convincimento e non cerchi di fermare con il tuo corpo l’attività operativa di una maggioranza “fascista”(?) non faresti il tuo dovere democratico.

 

Quello che appunto motiva il tuo reddito.

 

Ci hanno aperto gli occhi sulla ineluttabilità di questa certezza le bellicose dichiarazioni di Elly Schlein, Giuseppe Conte, Carlo Calenda, Matteo Renzi etc etc, i quali -ben prima che la proposta fosse discussa e approvata nel Consiglio dei Ministri- si sono stracciati capelli e vesti per dire che …”è un fallimento”.

 

Giungendo persino a vaticinare che “mancano i soldi per la sanità, per le scuole, per la cultura, per gli enti locali” e chi più ne ha più ne metta…

 

Durante queste notti insonni, poi, terranno accese le stampanti per formalizzare migliaia e migliaia di emendamenti integrativi o soppressivi…

Scommettiamo?

 

Un dato però ci conforta: dalla maggioranza -finalmente coesa- quasi non ci saranno emendamenti.

 

Riposeranno la notte e risparmieranno almeno la carta (da tutti noi pagata).

 

Non faranno il loro dovere?

 

Mah, ci sia consentito di dubitare…

 

(continua)

259

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *